FONDAZIONE ITALO BOLANO E.T.S. (Ente Terzo Settore)

 

 



 

SE CONDIVIDI
QUESTI SCOPI
PUOI ISCRIVERTI
LEGGI QUI

Il 12 giugno 2021, a otto mesi dalla partenza terrena del Maestro, è nata la Fondazione Italo Bolano per i rogiti del Notaio Giuseppe La Gamba di Prato.

La Fondazione ha sede presso l'Open Air Museum Italo Bolano a San Martino.

Nell'atto costitutivo si legge:

Il cammino per la realizzazione di una Fondazione iniziò molti anni orsono con vari interlocutori e trova oggi un primo traguardo nella presente Fondazione che nasce postuma all'artista ma che Bolano aveva sempre auspicato come destinazione finale delle sue opere e dei suoi beni affinché il suo immenso patrimonio culturale ed umano non andasse perduto ma rimanesse a disposizione della collettività per la diffusione della cultura, nel nome del suo immenso amore per l'arte e per la sua Isola”.

Questo non è un epilogo ma l'inizio di un nuovo cammino che ha avuto il suo avvio nel 1964 con la nascita dell'International Art Center, un luogo d'arte là ove sorgeva una vigna, il podere del babbo Bolano, abbandonato per la crisi dell'agricoltura del dopoguerra.

In quella cascina il giovane Bolano fondava “un luogo dove l’uomo, avendo conosciuto i suoi limiti, cerca l’incontro con i suoi simili e meditando sulla natura e sull’arte può iniziarsi alla conoscenza” (come si legge nella storica targa ancora visibile al Museo).

In quasi 60 anni Bolano, insegnante, artista e muratore, come spesso si definiva, ha tenuto viva la scintilla dell'arte, dell'incontro con ospiti di tutte le nazionalità realizzando a proprie spese e con le proprie mani oltre 360 manifestazioni di ogni genere, teatro, mostre, conferenze, incontri con scuole, ragazzi portatori di handicap, arte terapia ecc.
Questa Fondazione , che per sua natura nasce di “ partecipazione ” sarà aperta a tutti coloro che vogliono sostenere l'arte per realizzare gli scopi statutari che in sintesi prevedono:

1) Per quanto riguarda il Museo all'Isola d'Elba e le opere che costituiscono il Museo Diffuso Elba:
organizzare, gestire, tutelare e incrementare le opere realizzate dall'artista sull'Isola d'Elba e fuori di essa, nonché diffondere la conoscenza dell'artista stesso, diffondere la conoscenza dell'Arte in particolar modo tra i giovani elbani e gli ospiti dell'Isola anche creando una collaborazione culturale ed economica tra le varie forze culturali, imprenditoriali presenti sul territorio.

- Riorganizzare e gestire il Museo all'aperto “Open Air Museum” realizzato da Italo Bolano nel 1964 con il primo nome di “International Art Center” (oggi sezione culturale del Museo) proseguendo, quindi, nell'opera dell'artista di costruire un progetto di valorizzazione culturale, scientifica ed artistica dell'area museale.
A tal fine la Fondazione si prefigge anche lo scopo di redigere un progetto di ristrutturazione urbanistica, sulla base dello studio di fattibilità approvato dal Comune di Portoferraio, con l'intento di mantenere e incrementare l'originario rapporto tra Arte e Natura.
L'Open Air Museum Italo Bolano gode del patrocinio permanente del Comune di Portoferraio. (delib. G.C. n.173 14/7/2015).
Per raggiungere tale scopo la Fondazione parteciperà a bandi europei previsti per progetti di questo genere e ad ogni altra forma di finanziamento pubblico e privato nazionale e internazionale.

- Promuovere laboratori di pittura e di ceramica nella sezione culturale dell'Open Air Museum rivolti alle varie fasce d'età compresi i portatori di handicap.

- Promuovere mostre, conferenze, borse di studio nel campo dell'arte, della natura e della tutela dell'ambiente, proiezioni, concerti, seminari ed ogni altra attività culturale che valorizzi il ruolo dell'Open Air Museum come luogo di aggregazione per artisti di ogni parte del mondo con particolare attenzione agli artisti dell'Elba e all'artigianato artistico locale e come luogo culturale per la comunità elbana, sviluppando in particolare la conoscenza dell'arte moderna e contemporanea soprattutto tra il pubblico dei giovani e tra le scuole.

- Organizzare e garantire l'apertura al pubblico del Museo , almeno durante il periodo estivo, anche avvalendosi della collaborazione volontaria di studenti e artisti.

- Assicurare la manutenzione e la permanenza delle opere monumentali dell'artista nell'Isola (Museo Diffuso Elba) e fuori di essa mediante contatti con le Amministrazioni proprietarie delle opere stesse.

- Vigilare sul Museo d'Arte Moderna Italo Bolano costituito in Portoferraio nel 2017 con una prima sezione ceramica presso il Forte Falcone mediante la donazione modale di 38 opere ceramiche del Maestro Bolano al Comune di Portoferraio e incrementare detto Museo mediante altre eventuali donazioni subordinate al reperimento di idonei spazi.


2) Per quanto riguarda l'atelier-studio di Italo Bolano a Prato

- Ristrutturare e aprire al pubblico l'atelier-studio di Italo Bolano a Prato destinandolo a visite, laboratori d'arte, conferenze e quant'altro sia attuabile anche mediante la collaborazione e partecipazione delle forze associative e culturali del territorio.

Sono in corso contatti e in progetto convenzioni con le forze imprenditoriali dell'Elba e di Prato per promuovere finanziamenti e per reperire sponsor al fine di attuare le finalità sopra esposte.

Organi direttivi:

La FONDAZIONE è nata ad opera di Alessandra Ribaldone Bolano e delle firmatarie Barbara Berlincioni e Anna Maria Giannoni.

Fino alla prima Assemblea dei nuovi soci, che si terrà entro il 30 aprile 2022, a norma dell' art. 5 dell'Atto Costitutivo la Fondazione sarà amministrata da un Consiglio Direttivo formato dalle tre firmatarie della Fondazione stessa e avrà come presidente Alessandra Ribaldone.

L'Assemblea dei soci avrà facoltà di nominare un Consiglio Direttivo a norma dell'art. 21 dello Statuto.

Patrimonio della Fondazione:
Al momento sia il terreno ove sorge l'Open Air Museum Italo Bolano, sia le opere artistiche, sia lo studio dell'artista a Prato sono stati conferiti ad un TRUST ( un istituto fiduciario) che l'artista costituì in data 25/05/2009 per i rogiti del Notaio Giuseppe La Gamba al n. 6071 mod. 1Tl.
La scrivente Alessandra Ribaldone è stata nominata “ Trustee ” (conduttrice) dello stesso.
E' intenzione della scrivente di trasferire le suddette proprietà alla Fondazione non appena essa sarà operativa per meglio raggiungere quindi gli scopi statutari.

Il patrimonio attuale, quindi, consta della somma fiduciaria prevista per legge (50.000-Euro) interamente versati e dalle quote dei soci a divenire.

Per tutto quanto attiene i particolari giuridici della Fondazione si può scaricare l' ATTO COSTITUTIVO e lo STATUTO in formato pdf, redatti a norma di legge, che trovate qui a fianco.

Atto costitutivo della
Fondazione
(clic per scaricare)

Statuto della
Fondazione
(clic per scaricare)