Italo Bolano - note biografiche


Con Lasar Galpern, collaboratore di Marc Chagall al teatro di Mosca,
International Art Center Elba, 1967





Con Emilio Vedova a Prato, 1967


In India, davanti ai
templi di Khajuraho





Durante la costruzione dell'Arca, Open-Air Museum, 1990




Italo Bolano è nato a Portoferraio (Isola d'Elba) nel 1936.

Ha sempre dipinto sin dall'età di quattordici anni quando il prof. Alfonso Preziosi, letterato elbano, gli organizzò la sua prima mostra.
Contemporaneamente alla pittura Italo Bolano insegna Storia dell'Arte nelle scuole statali, si dedica allo studio della composizione architettonica con il prof. Travaglia a Padova e studia l'arredo urbano nelle città di Gerusalemme, Parigi e Barcellona.
Si dedica inoltre alla costruzione di vari monumenti in Italia e all'estero.

Ha viaggiato in vari paesi del mondo, rimanendo affascinato dall'oriente e studiando, in particolare, il rapporto arte-città a Gerusalemme, Parigi e Bruxelles.

Fin dall'età di quattordici anni ha partecipato a mostre nazionali e internazionali collettive e personali.

La sua pittura è passata dall'espressionismo figurativo giovanile all'espressionismo astratto.
Per il suo gesto e l'immediatezza dell'immagine Bolano si avvicina infatti ad una pittura esistenziale che talvolta si avvicina alla pittura americana dell'Action Painting.
Molti sono i suoi viaggi e rimane colpito soprattutto dall'India.
Gli vengono organizzate esposizioni di pittura in Italia, in Europa, e in Giappone.

Nel 1965, in un vigneto abbandonato per la crisi dell'agricoltura del dopoguerra dà vita ad un Centro d'Arte, crocevia di artisti internazionali e pubblico.
In questo luogo creerà un suo Open Air Museum, in un'area di 10.000 metri quadrati, stabilendo un rapporto organico fra le molteplici piante che lo ornano e venticinque suoi monumenti, in perfetta armonia di natura e arte.

Quindi si dedica alla realizzazione di opere monumentali con l'uso dell'acciaio inox, della ceramica e del vetro dallas che daranno luogo ad una cinquantina di interventi che decorano l'isola nei suoi otto comuni.
Le opere costituiscono oggi il “Museo Diffuso all'aria aperta” Isola d'Elba, unico esempio di decorazione di un'Isola dopo quella di Lanzarote decorata dall'artista César Manrique.

Il Comune di Portoferraio dedica a suo nome un Museo d'Arte Moderna nelle fortezze medicee di Portoferraio con le opere da lui donate tra il 2017 e il 2019, ultimo atto d'amore per la sua città.

Particolarmente importanti sono i cicli di pittura dedicati alle poesie dell'amico Mario Luzi, a Napoleone e a Gesù Cristo.

Quest'ultimo ciclo costituisce il Museo di Arte Sacra , istituito dalla diocesi di Massa Marittima – Piombino – nella Chiesa di San Gaetano a Marina di Campo nell'Isola d'Elba.

Innumerevoli sono le decorazioni pubbliche e private in ceramica e gli arredamenti di interni ed esterni.

La sua vita artistica è ricca di premi e di mostre allestite sia in gallerie private, in Italia e all'estero, sia in prestigiosi luoghi storici come Santa Croce a Firenze, il Palazzo dei Consoli a Gubbio, l'Abbazia di Chiaravalle, il palazzo Salmatoris, sede dell'armistizio di Cherasco e residenze e musei napoleonici per le mostre riguardanti l'Imperatore stesso.

Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private ad Amsterdam, Basilea, Dallas, Londra, New York, Bruxelles, Amburgo, Losanna, Bologna, Carlsruhe, Ancona, Monaco di Baviera, Zurigo, Roma, Sion, Prato, Milano, Varese, Firenze, Mallorca ecc.

Italo Bolano, dopo una lunga malattia, si è spento a Prato il 17 settembre 2020.
Le sue ceneri riposano al Cimitero Monumentale di Portoferraio.

Per una visione completa della vita e delle opere si rimanda al volume "Essere isola-l'arte di Italo Bolano"
Editore Marsilio, Venezia, 2000

e al volume "ITALO BOLANO - l'enigma della pittura" a cura di Marisa Vescovo – Editore Skirà, Milano, 2015



Con i suoi allievi a Parigi



Con Mario Luzi al Volterraio,
Isola d'Elba, 1999


Durante la presentazione del monumento dedicato a Mario Luzi
(alla destra di Italo Bolano),
Open-Air Museum, Isola d'Elba




ltalo Bolano nel suo studio di Prato
 




ALCUNE TRA LE ULTIME MOSTRE

- Triennale di Arti Visive di Roma

- Italo Bolano verso dove – Museo San Domenico – Prato

- Universo Isole – Accademia delle Arti del Disegno – Sala delle Esposizioni – Firenze

- Mario Luzi – Italo Bolano, una pittura a quattro mani – Sala Gonfalone, Palazzo del Pegaso, Regione Toscana – Firenze

- Oro nella storia - Biennale Lake Como - Dongo

- Donna Musa ispiratrice - Borgo San Dalmazzo, Cuneo

- Itinerari Firenze - Londra - Royal Opera Arcade Gallery
Londra

- Fine Arts Gallery - Dubai

- Meibo Center - Shangai